PISA


90.000 Abitanti.

Un po' di storia:
La leggenda dice che è stata fondata da una popolazione Troiana proveniente da una città della Grecia omonima: Pisa. Diversamente, altri studiosi pensano che proviene dal periodo Etrusco ed è stata chiamata Pisa che in lingua etrusca significa Foce di Fiume, infatti a Pisa sfocia l'Arno che è il fiume più importante della Toscana e l'Auser. A differenza della teoria che Pisa ha origine Romana o che sia stata fondata durante l'ancor piu antico periodo Paleolitico Superiore (XIII secolo AC). L'idea che Pisa sia Etrusca è quella più accreditata, anche grazie alla sua posizione strategica per difendersi dagli attacchi Liguri e anche predisposta allo sviluppo dei commerci con Bologna, Sardegna, Volterra e Populonia. Il tutto cominciò quando già nel VI secolo era impegnata nei traffici marittimi con i Fenici, Greci e Galli. Già nell'antichità Pisa era 4 km dalla costa e questo voleva dire affidarsi a vari attracchi portuali come S. Piero a Grado, San Rossore e il Porto di Livorno che allora si chiamava Porto Pisano, nel punto preciso dove l'Arno sfociava. Con il passare del tempo furono ampliati e sfruttati solo gli attracchi lungo e alla fine dell'Arno e tralasciati tutti gli altri. Nel 180 AC dopo svariate lotte contro Galli, Liguri e Cartaginesi, Pisa divenne colonia Romana. Dal 600 DC Pisa divenne parte integrante e importante della Tuscia, grazie ai suoi 2 fiumi, l'Arno e l'Auser, che garantivano vie di comunicazione e di trasporto per tutto l'entroterra. Nel Tirreno, Pisa divenne Porto di gran rilievo per scambi dalla Tuscia per Corsica, Francia, Spagna, Sardegna. La Carriera di Pisa nel mondo navale parte nel 830 DC circa dalle lotte contro i pirati saraceni, prima in Africa e poi a difesa di Salerno e in Calabria. Durante il periodo delle Crociate Pisa crebbe la sua importanza territoriale, perchè aumentò il suo raggio di potenza e di diritti commerciali nelle zone limitrofe lungo il Mediterraneo. Ricordiamo che le Crociate sono state 9 Guerre combattute tra il XI e il XII secolo tra flotte di regni di religione Cristiana provenienti dall'Europa, contro le Flotte che partivano dalle regioni dell'Asia di religione musulmana. Lo scopo era quello di eliminare la religione musulmana in quelle zone sostituendola da quella cristiana, nelle zone dove era nato, vissuto e crocifisso Gesu Cristo. Per questo l'altro termine usato per queste crociate è "Guerre di Religione". Pisa oltre ad essere direttamente impegnata con le crociate era, con Amalfi, Genova e Venezia una delle importanti Repubbliche marinare (erano definite così quelle città italiane che dopo il X secolo nel Medioevo), avevano una grande importanza economica grazie al loro impegno nelle attività sul mare. Per essere considerata Repubblica marinara una città doveva avere i seguenti requisiti: avere un governo indipendente ovvero essere una repubblica Oligarchica o Aristocratica, aver coniato una propria moneta, avere una persona responsabile alle trattative dei propri interessi con gli altri porti del mediterraneo e questa figura si chiamava Ambasciataore. E per ultimo requisito, aver partecipato alle Crociate. Le Repubblice Marinare erano costantemente in guerra tra loro per accaparrarsi più territorio possibile lungo la costa del Mediterraneo. La voglia di espandersi in Corsica, Francia e a nord della Tuscia incrementava le ositilità con Genova, Firenze, Volterra, Massa, Lucca e altre città dell'entroterra, interessate ad avere uno sbocco sul mare erano anche loro costantemente in Guerra con questa potente forza marinara. Pisa poi voleva acquisire territori anche sulla costa Adriatica e quindi si dovette scontrare con Venezia. Per finire anche la zona a sud tra Civitavecchia e Amalfi e tra Civitacchia e Portovenere era di suo interesse e s'impegnò a raggiungere anche quello scopo di prevalenza territoriale. Pisa in tutte queste imprese era sempre stata alleata e aiutata da Papi, e dagli imperatori Tedeschi. Pisa cadde sotto Genova dopo la battaglia della Meloria nel 1284 e ne conseguì la distruzione del Porto Pisano (a Livorno). La flotta marittima fu definitivamente abbattuta in Sardegna dagli Aragonesi. La potenza terrestre resse, infatti, riuscirono a prendere Lucca, Montecatini e per poco anche Firenze. Ma quest'ultima sconfisse Pisa durante la battaglia di Cascina e da li iniziò l’ascesa, terminata con l'invasione dei Fiorentini in Pisa nel 1406 grazie alla corruzione di Gambacorta e guidati da Gino Capponi. Con questa manovra Firenze riusci ad avere il suo sbocco sul Mediterraneo. Le guerre e le alleanze prima con l'ex nemico e poi con l'ex amico, non finiscono qui, anzi si protrasserro per centinaia di anni. Questo è solo un accenno di come sono andate le cose per Pisa, Genova, Amalfi, Venezia... Pisa oggi è un importante centro universitario dove spicca una delle università più importanti d'Italia: la Normale di Pisa. Scuola fondata da Napoleone nel 1810. Qui si studiano Lettere, Filosofia, Scenze naturali e Fisica.

Luoghi di interesse da visitare:
Piazza dei Miracoli: composta da Cattedrale, Battistero ,Torre pendente, Cimitero monumentale, Museo dell'Opera del Duomo.
  • LA CATTEDRALE: venne cominciata nel 1063 da Buscheto e finita nel 1092 in Stile Romanico Pisano. Venne consacrata nel 1182 dal Papa Gelasio II, per le decorazioni interne ed esterne hanno collaborato Bonanno Pisano, Giovanni Pisano, Reinaldo. La facciata del Duomo è rivestita di marmo bianco, grigio e verde. Il portone d'ingresso è in bronzo. L'interno è in marmo bianco, nero e decorato in oro massiccio.
  • IL BATTISTERO: fu costruito nel 1153 da Diotisalvi. Venne terminato il secolo dopo. Il suo diametro è uguale alla larghezza della facciata della Chiesa. E’ decorato da cuspidi, sculture, finestre bifore, arcate cieche. Esattamente a Nord, Sud, Est, Ovest sono state collocate 4 porte. Quella di maggiore importanza stilistica è quella a Est con decori bizzantini. Al suo interno l'artista Guido Bigarelli costuì il fonte battesimale nel 1246, Italo Griselli nel 1926 contribuì con la sua statua di San Giovani Battista e Nicola Pisano con il Pergamo del 1260.
  • LA TORRE DI PISA. Nel 1173 cominciano la costruzione della Torre Pendente o campanile collegato al Duomo e al Battistero. E' uno dei monumenti più famosi del mondo, la sua costruzione o almeno il suo progetto è stato attribuito a Bonanno Pisano. Dopo pochi mesi dall'inizio dei lavori, quando già si stava costruendo il terzo piano, si cominciò a notare un evidente inclinazione della struttura, causata dal cedimento del terreno. Affinché si correggesse quest'inclinazione si usarono delle pietre di misura diversa dalla parte della pendenza e il risultato fu che la torre continuò la sua pendenza orientata in un'altra direzione (quella che è rimasta ad oggi). I lavori furono poi ripresi da Giovanni di Simone nel 1275 e finirono nel XV secolo. La Torre è caratterizzata da una base rotonda, con piani decorati da colonne in sitle Romanico Pisano. Nel 2001 sono stati fatti dei lavori per cui si è raddrizzato la torre di 40 cm. A causa del cedimento del terreno, che causò una grave pendenza della struttura, la "Torre Pendente" divenne celebre in tutto il mondo. La costruzione viene ripresa da Giovanni di Simone solo nel 1275 e portata a compimento nella seconda metà del XIV secolo. La torre di Pisa costituisce uno dei primi monumenti (insieme al Battistero) in cui viene riproposto dopo anni il linguaggio architettonico utilizzato nel Duomo. La torre infatti si sviluppa su una pianta circolare e ripropone il tema delle loggette aperte ad archi su colonne, uno dei motivi Romanico Pisano di maggior successo. È possibile visitare la torre scalando i 294 gradini fino a raggiungere la torre campanaria. Ci sono 7 Campane originali che non suonano più altrimenti le vibrazioni potrebbero danneggiare ancora di più la poca stabilità della torre.
  • IL CAMPOSANTO venne costruito nel 1277, per dare degna sepoltura solo ai membri delle famiglie più illustri di Pisa. Il materiale usato è prevalentemente il Marmo bianco, con delle arcate a sesto molto decorate da affreschi di vari artisti come Benozzo Gozzoli, Andrea Bonaiuti, Taddeo Gaddi... Oltre ai sarcofagi funebri medievali.
  • IL MUSEO DELLE SINOPIE: realizzato nel 1258 da Giovanni di Simone, si trova proprio di fronte al cimitero monumentale. Il museo si espande anche in alcune stanze dell'Ospedale di Santa Chiara. Nel Museo delle Sinopie sono esposte le sinopie ovvero i disegni preparatori per eseguire gli affreschi nel Camposanto tra il XIV e il XV secolo da artisti di rilievo come Buffalmacco, Veneziano, Aretino, Gaddi, Bonaiuti.
  • IL MUSEO DELL OPERA DEL DUOMO: come in ogni Museo dell'Opera del Duomo (vedi Firenze e Siena) anche qui sono esposti opere di epoche diverse che provengono dalla Torre Pendente, Battistero, Camposanto e Duomo di Pisa. Qui spiccano gli artisti più importanti della Piazza dei Miracoli: Nino Pisano, Tino di Camaione e Giovanni Pisano. Nel 1257 venne completato lo Spedale Nuovo di Santo Spirito (oggi uno dei centri Oncologici e ospedale universitario piu importante d'Italia).
Inizialmte la porta principale di accesso alla città che si apriva proprio sulla Piazza era Porta Leone (posta alla fine del camposanto) ma dopo l'invasione dei Fiorentini divenne Porta Santa Maria il varco principale... (quella che oggi usiamo comunemente come ingresso a Piazza dei Miracoli). La posizione dei Monumenti nella Piazza dei Miracoli ricorda la forma della Bilancia nei simboli dello Zodiaco. Pisa oltre ad essere sede di una delle più belle cattedrali, ospita anche sedi di diverse religioni come quella Ebraica, Buddista e Mussulmana. Con la Sinagoga di pisa, il cimitero Ebraico, la Chiesa Evangelista di San Giovanni dè Fieri, La chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni (Chiesa Mormone), il centro culturale Islamico e il monastero Buddista Tibetano, Istituto Lama Tzong Khapa, Pomaia. All'interno di pazza dei miracoli, proprio a fianco della torre pendente, si trova la biglietteria con ufficio turistico. Consigliamo di acquistare il biglietto cumulativo per la visita di tutti i monumenti: Duomo, Battistero, Camposanto, Museo delle Sinopie e Museo dell'Opera del Duomo. Possono salire sulla torre solo 30 persone ogni 30 minuti quindi è Preferibile la prenotazione attraverso l'acquisto online per evitare lunghe code. Per informazioni e prenotazioni: www.opapisa.it - Tel. 050 / 38 72 211 oppure 050 / 38 72 212 - E-mail: info@opapisa.it.

Località da Visitare nella Provincia di Pisa:
Cascina, San Giuliano Terme, San Miniato, Pontedera, Ponsacco, Santa Croce sull'Arno.

Personaggi Illustri di Pisa:
Alessandro Gherardesca, Bonanno Pisano,, Diotisalvi ,Gallileo Gallilei, Nicola Pisano.

Piatti Tipici di Pisa:
Baccalà, Coniglio, Anatra, Fagiano, Cecina.

Eventi a Pisa:
mercato dell'Antiquariato in Piazza dei Cavalieri, varie Rassegne letterearie al Palazzo dei Congressi, Giugno Pisano (insieme di giochi organizzati sui vari Ponti che attraversano l'Arno).

Clicca per Ingrandire
Clicca per Ingrandire
Clicca per Ingrandire
Clicca per Ingrandire
Clicca per Ingrandire
Clicca per Ingrandire

Testimonials

  • Dra. Maristela Azevedo

    Hello, Silvia, how are you?
    I’d like to thank you for the great time you gave us!!!We loved everything!
    I told my husband that, the next time, we will rent an  apartment in San Gimignano…and you will take us to the wineries…He loved it!
    Thank you very much for everything. It was everything wonderful!!!... Read more
  • Jaime Otero y Jose Carlos Gonzalez Bonilla

    Silvia: mille grazie per un giorno magnifico! Ha stato benissimo. We really enjoyed your company and the enthusiasm you brought to the tour. When we get back to Puerto Rico, I will look for you on Facebook.
    Saludos,
    Jaime Otero y Jose Carlos Gonzalez Bonilla Read more
  • Shane Quintard

    Ciao Silvia!

    Grazie ancora per il grande tour di Siena e San Gimignano - io e mia moglie e amici aveva un grande momento e che era esattamente quello che speravamo! La cantina è stata una scelta eccellente, come pure! Abbiamo lasciato ieri (1 febbraio) e ha fatto arrivare a casa in modo sicuro, nonostante ... Read more
  • Carole Gaddis

    Hi Silvia,  It's so good to hear from you.  We're fine.  We had six days at home after Tuscany and then flew to South Korea for two weeks!  We've just returned, exhausted!
    We had such a great time with you, Silvia.  The tip could never be enough to show our appreciation for your kindness and help.  ... Read more
  • The British Institute of Florence

    Gentile Silvia,  La volevo ringraziare per la sua disponibilità riguardo la gita di sabato.  Le signore le hanno fatto tutte molti complimenti per la sua guida!
    Grazie e a presto,
    Cordiali saluti,
    Liz Read more
  • Mrs Elizabeth ( wedding Planner ) Original Tuscan Wedding

    Ciao Silvia,
    Ecco i complimenti dalle Sposi del 16 Ottobre!!
    Our driver Johnny was so awesome!  He drove us all over the Chianti region.  He took us to a few wineries and we had a private tour of one of the wineries including a wine tasting and oil tasting.  He even took us into a store with a cellar ... Read more
  • Mrs Sharon Bellsouth

    Yes of course I will for Sure.      You were great, Fantastic.    I told the Agency !!    Sharon Yukawa Leeds Read more
  • Daniel & Joelle Roberts

    Hello Silvia,  Joelle and I wanted to thank you for a great day last Friday.  We had such a relaxing and fun day.  Thank you for being
    our guide.  Our trip to Siena was very enjoyable. We took the 'rapida' bus from Firenze, and the 'diretta' for the return journey.
    It was good to see the countryside.  ... Read more
  • Mr Greg Cavallo

    Hope all is well with you.  The whole group misses you and talks fondly of you all the time.
    I just completed a survey about our experiences on our trip for Tuscany Now.  I mentioned your name and company website and what a great job you did for us.  I hope it gets you some new business from them. Read more